Cerca

Lunedì, 19 02 2018

La cucina povera

Il MIUR regala un libro di ricette della cucina povera, raccolte da sei istituti alberghieri

 

 

 

Il Ministero dell’Istruzione, in vista delle festività, ha pubblicato sul suo sito un ricettario preparato dai ragazzi di sei istituti alberghieri di varie parti d’Italia.

 

La raccolta di ricette, viene spiegato nella presentazione, rappresenta un percorso di storia gastronomica alla riscoperta delle specialità e dei prodotti locali.

 

Le ricette fanno parte della tradizione della cucina regionale italiana e sono state scelte in collaborazione con alcuni Istituti scolastici del settore alberghiero e della ristorazione: IPSSAR “Giovanni Marchitelli” – Villa Santa Maria (CH),
IIS “Remo Brindisi” – Comacchio (FE), IPSSAR “G. Casini”, La Spezia, IIS “F. Bottazzi” – sede di UGENTO – (LE)  IPSSEOA “A. Consoli” – Castellana Grotte (BA), IISS “Gaetano Salvemini” – Fasano (BR).

 

Le ricette sono le più famose della “cucina povera”, che è una tradizione antica delle classi più povere.

 

Gli ingredienti delle ricette sono semplici e genuini, secondo la tradizione locale, e utilizzano ciò che si trova in casa, compresi gli avanzi del giorno prima. Le ricette richiedono poca spesa e molta fantasia.

 

Le ricette presentate sono un centinaio, quattro o cinque in media per ciascuna delle venti regioni italiane. 

 

Risultati immagini per ricette di altri tempi